Come ti cavalco la ronda

[](http://edicola.unita.it/resources/20090226/cover/20090226_cover_302.jpg)

All’Unità le ronde non piacciono, e ci mancherebbe. Oggi la prima pagina del giornale si apre con la foto di due tizi dal volto coperto, piuttosto minacciosi, che tengono in mano delle torce. Non guardo i tg da giorni, quella foto non mi dice niente, vorrei sapere chi sono, ma non c’è didascalia. Devo accontentarmi del titolo: “Ronda anomala” (non male). I sommari dicono che «destra e leghisti tentano di mettere le mani sulle “truppe”» e che in Emilia «si organizzano gruppi vicini al neofascismo». Ora, quella foto appare solo in prima pagina: quelli incappucciati sono dei cittadini che fanno parte delle cosiddette ronde? Il governo ha legalizzato delle squadracce a volto coperto (strano, avevo letto che gli elenchi dei nomi dei partecipanti li avrebbe tenuti il prefetto). O, forse, sono i membri emiliani dei gruppi vicini al neofascismo (e, in tal caso, che c’entrano con le ronde)? Sono sardi che hanno votato per Cappellacci?

O forse, quasi quasi azzardo, la foto è un pelino fuori contesto rispetto alla titolazione e alla “notizia”? Azzardo, perché, forse l’ho già detto, non c’è didascalia. E la titolazione forte, per quanto forte, non mi basta a capire chi sia cosa, ma solo che cosa vogliono farmi pensare. Allora, tanto valeva comprare il Giornale.

[L’Unità]